On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


RETE TERRITORIALE PER IL PRIMO PRESIDIO DI BILL, BIBLIOTECA DELLA LEGALITÀ, NATA IN SICILIA

Scritto da il 21 Giugno 2021

Su iniziativa della sezione siciliana dell’Associazione C’è Speranza se Accade @ Rete di Cooperazione Educativa è stato sottoscritto il Patto territoriale che dà l’avvio al progetto “Bill Valle del Mela – Peloritani” nella provincia di Messina.

Il progetto “Bill, Biblioteca della Legalità” nasce nel 2016 in seno alla Fattoria della Legalità di Isola del Piano, bene confiscato alla criminalità organizzata e gestita da Libera, a cura di IBBY Italia e grazie alla collaborazione di Associazione Nazionale dei Magistrati, AIB Marche,
Libera – Sezione di Pesaro e Urbino, Forum del Libro e Cooperativa Culturale Giannino Stoppani, ISIA Urbino.

Il progetto è finalizzato alla diffusione della cultura della giustizia e della legalità̀ tra le giovani generazioni attraverso l’educazione alla lettura promossa con bibliografie ragionate di testi, narrativa, classici, albi illustrati, saggistica e graphic novel.

La Rete di cooperazione educativa – Sezione Sicilia ha individuato il Comune di Santa Lucia del Mela, in provincia di Messina, quale partner istituzionale alla luce della sua pregressa attività amministrativa volta alla promozione e valorizzazione della cultura della legalità e della giustizia.

 

La rete territoriale, composta da ARCI Associazione Centopassi, Associazione Culturale DRACMA, Associazione Il Promontorio, Associazione Luciese per la Salute e l’Ambiente (ALSA), Associazione Nazionale Partigiani d’Italia (ANPI) – Sezione Milazzo, Associazione O2italia, MuMa Museo del Mare Milazzo e Slowfood – Condotta Peloritani Tirrenici, nasce con l’impegno di coniugare il tema della legalità a quello della giustizia, concetti che storicamente non sempre hanno coinciso, e declinarlo con le specifiche questioni che
riguardano l’agricoltura e il consumo critico, la tutela paesaggistica e del patrimonio culturale, la tutela dei diritti umani, la cittadinanza attiva e la tutela ambientale.

Storie e immagini per coltivare il pensiero critico e nutrire il senso civico, nella convinzione che l’esperienza della lettura sia fondamentale per preservare la cultura democratica e per la formazione di cittadini consapevoli e responsabili. A settembre daremo avvio ad un percorso
di coprogettazione tra i partner che porterà ad un calendario di attività aperto alla cittadinanza e che crediamo essere un’opportunità di scambio e crescita per tutti. RETE DI COOPERAZIONE EDUCATIVA: L’associazione C’è speranza se accade @ – Rete di Cooperazione Educativa nasce nel 2011 a Verona dall’incontro con il Movimento di Cooperazione Educativa fondato dal maestro Mario Lodi negli anni Cinquanta. Lodi desiderava mettere in collegamento fra loro donne e uomini che avessero a cuore l’educazione intesa come partecipazione attiva alla
costruzione di cittadini e cittadine. La Rete inaugura la sua prima sezione regionale in Sicilia a gennaio 2021, a coordinarla è la pedagogista Giusi Caliri.

 

Immagine di copertina: da sinistra, Rosangela David, referente “Bill Valle del Mela – Peloritani”, Giusi Caliri, coordinatrice regionale Rete di Cooperazione Educativa – Sicilia.


Opinione dei lettori

Commenta