On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


Grande successo di Catena Fiorello a Milazzo

Scritto da il 28 Agosto 2020

Articolo di Donatella Manna

Ieri sera, nei giardini di Villa Vaccarino a Milazzo, ha avuto luogo la presentazione del libro “Cinque donne e un arancino” di Catena Fiorello, brillante scrittrice siciliana nota a livello nazionale. L’evento, curato dalla Libreria Mondadori Bookstore di Milazzo, nella persona di Angelica Furnari, è stato patrocinato dal Comune di Milazzo e dalla Fidapa BPW Italy sezione di Milazzo. Catena Fiorello ha incantato sin da subito il nutrito pubblico che ha partecipato all’incontro nel rispetto delle norme anti covid. L’autrice si è raccontata con spontaneità ed empatia dialogando con Angelica Furnari, moderatrice dell’evento, con l’Assessore alle pari opportunità e alle politiche giovanili Dott.ssa Ginevra Schiavon e con il Presidente della Fidapa sez. di Milazzo Avv. Natascia Fazzeri.

La scrittrice ha condiviso con il pubblico momenti della sua quarantena, vissuta a Roma con il suo amato cagnolino Pepe’ e ha raccontato di come, durante questo periodo di “tedio”, abbia maturato l’idea di pubblicare proprio “Cinque donne e un arancino”.

Il libro infatti si trovava già da tempo nel suo cassetto ma andava completato e l’autrice ha pensato che, in questo particolare momento storico, fosse necessario raggiungere i lettori con leggerezza, donando un messaggio di positività e ottimismo. Le protagoniste del libro sono donne tenaci, diverse tra loro ma tutte capaci di mettersi in gioco. E sarà proprio affrontando le difficoltà che trarranno un’opportunità di rinascita. Catena Fiorello ha risposto alle domande e alle osservazioni del pubblico con grande disponibilità e gentilezza, evidenziando più volte la bellezza della Sicilia e della sicilianità. Infine, in modo organizzato e in piena sicurezza, ha firmato i libri a tutti i lettori presenti. Per chi si fosse perso l’evento, vi informiamo che stasera Catena Fiorello presenterà il suo libro a Castroreale, in Piazza Pertini, alle ore 19.


Opinione dei lettori

Commenta