On Air

Current track

Title

Artist


Impegno e sensibilità ad Agrigento: Premio ANCRI 2018

Written by on 29 Dicembre 2018

La cerimonia di premiazione ANCRI, molto toccante e piena di contenuti, si è svolta nella sala del Circolo Empedocle di Agrigento, in occasione del 70° anniversario della Costituzione italiana, organizzata dalla sezione territoriale di Agrigento dell’Associazione Nazionale Insigniti, in sinergia con i Comuni di Agrigento e Porto Empedocle, patrocinata dall’ARS Assemblea Regionale Siciliana.

Premio ANCRI 2018 Pietro Sicurelli Giulio Francese Francesco Pira

I premiati sono stati il magistrato dottoressa Graziella Luparello, celebre per l’attività e l’impegno nel contrastare la mafia; il giornalista dottor Giulio Francese, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia e figlio del compianto Mario Francese, insignito per la sua attività giornalistica e divulgativa antimafia e per la sensibilità nel tener viva la memoria del padre; a Fratel Biagio Conte, per il suo impegno quotidiano al fianco dei più deboli; all’Unità Operativa di Ortopedia e Traumatologia del Presidio Ospedaliero di Mussomeli, diretta dal dottor Carlo Dell’Utri.

Sono stati consegnati ai Premiati la brochure Decoro e bandiere preparata dal Cav. Rezoagli.

Il Presidente ed il Direttivo dell’ANCRI di Agrigento ha voluto ringraziare anche il cavalier professor Francesco Pira, il cavalier professor Salvatore Rizza e il professor Michele Rondelli con tre riconoscimenti speciali per il supporto e l’impegno a sostegno dell’Associazione.

I premi sono stati consegnati dai cavalieri Ivana Sicurelli e Giuseppe Mongiovi, e dal professor Enzo Alessi.

Giudice Graziella Luparello

La cerimonia è stata coordinata dalla giornalista, economista e giurista dottoressa Ivana Sicurelli, Consigliere Nazionale dell’ANCRI.

Hanno relazionato su Società, Scuola e Costituzione i professori Enzo Alessi, noto regista e autore teatrale, Francesco Pira, sociologo e docente di Comunicazione dell’Università di Messina e Presidente Onorario dell’ANCRI di Agrigento e Michele Rondelli, docente di letter ed Editor di Sikelianews.

Molte le autorità militari presenti all’evento. È intervenuto anche il Vice Sindaco di Porto Empedocle dottor Salvatore Urso.

 

“Ho perso mio padre, giornalista dalla schiena dritta, ucciso dalla mafia. Ho perso mio fratello che per anni ha cercato la verità sull’omicidio del nostro genitore”.

Parole del presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Sicilia, dottor Giulio Francese, cronista di lungo corso e figlio di uno degli uomini simbolo del giornalismo siciliano Mario Francese che ha commosso la platea.

“Siamo molto soddisfatti della Prima edizione del Premio ANCRI – ha spiegato il Presidente Sicurelli – la cui finalità è quella di fare emergere e gratificare quelle persone che, pur se in taluni casi in assenza di visibilità, grazie al loro comportamento quotidiano, si sono distinti per l’impegno profuso nel valorizzare la realtà comunitaria ed il bacino territoriale e/o professionale in cui hanno operato, che si sono silenziosamente prodigate per offrire il loro spontaneo aiuto al prossimo o che hanno favorito l’affermazione e la diffusione di alti Valori etici e morali, come il senso del dovere e il rispetto delle Istituzioni. La presenza ad Agrigento di tutti gli illustri premiati ci dà tantissima energia per proseguire incessantemente il nostro impegno sul territorio”.

La consegna dei Premi ANCRI 2018 si è conclusa tra l’emozione l’applauso del pubblico.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *