On Air

Current track

Title

Artist


Profili della settimana: Alessio Genovese

Written by on 4 Aprile 2019

Cosa e quanto riusciamo a trasmettere di noi stessi? Quanto conta il risultato e quanto può incidere sul nostro comportamento futuro?

All’interno della cornice “Profili della Settimana”, contenitore per dar spazio ai protagonisti di “Ragazza e Ragazzo dell’Anno” 2018, si racconta il VINCITORE del concorso di moda edizione 2018.

Buona lettura!

 

Occhi che ti parlano e sembrano dirti: Sono qui, comunque vada io sono qui.

Il suo più grande sogno è varcare le passerelle vestendo le firme del momento e magari, un giorno, far parte delle sfilate più emozionanti che hanno fatto la storia.

La sua natura anticonformista l’ha sempre spinto a perseverare il valore dell’autonomia inseguendo un’indipendenza interiore, non solo economica.

«Credo di avere una visione dello spazio geografico un po’ differente dai miei coetanei, forse grazie al fatto di avere due famiglie, una in Russia e l’altra in Italia con le quali mi relaziono in modo diverso ma che amo entrambe».

Seduto sul muretto che circonda il sagrato di Piazza San Sebastiano, a Barcellona P.G., beve un sorso della sua bevanda energetica e specifica:

«Dico questo perché a me non piace particolarmente stare fermo in una zona, per me qualunque parte del mondo è accessibile nell’immediato. Mi capita che in qualunque posto viva, dopo un po’ mi trovo male e vado via, viaggio».

Il suo nome è Alessio Genovese ed è il VINCITORE del concorso con la fascia “Ragazzo dell’anno” edizione 2018.

«Non ho idea di come sarò tra 10 anni, vivo il presente così com’è e poi si vedrà. Non so nemmeno se ci sarò tra 10 anni».

Ride. Perché la vita va presa così, va fissata nel presente attraverso il principio di ogni singolo attimo.

Una parte della sua personalità si esprime ballando. Infatti Alessio dice di poter ballare per tanto tempo, fino a quando le gambe non cedono. E poi mi racconta di praticare hockey sul prato definendolo uno sport abbastanza competitivo e basato su regole precise utili a placare il nervosismo.

Quando chiedo cosa lo abbia spinto a partecipare al concorso, mi rivolge un sorriso.

«Mi erano sempre piaciute le sfilate ma non ho mai avuto il coraggio di intraprendere questo percorso, spesso la vita sa essere molto difficile. Ma poi, grazie a una persona per me molto speciale, mia zia, ho trovato il coraggio di provare. Grazie a lei ho capito subito che le sfilate sono il mio mondo, mi fanno sentire importante anche solo per una sera e questo è magnifico. E poi è un buon modo per fare amicizia. Aiuta a diventare sicuri di sé al di là del voto di giuria. Non so spiegarlo ma già sfilare è determinante. Si prova un’emozione molto forte e, personalmente, posso dire che il concorso ha influito sulle mie scelte e sulla mia visione delle cose ma non sulla mia persona. Come ho già detto, adesso so quale sia il mio sogno ma il modo per arrivarci rimane unicamente il mio».

Dalla giuria della finale del concorso “Ragazza e Ragazzo dell’Anno” 2018, formata dall’attore protagonista di Cento Vetrine Renato Raimo, Anthony Peth conduttore di Gustibus su La7, Francesco de Angelis direttore delle riviste “Tutto” e “Stop”, Annalisa Dianti Cordone cabarettista Area Zelig, Georgia Viero showgirl e co-presentatrice del “Processo di Biscardi” e “Quelli che il calcio”, Alessio Genovese è stato definito con queste parole: “giovane equilibrato, composto, armonico in quanto ha saputo offrire costantemente, divertendosi e in simpatia, il meglio di sé”.

Vuoi sapere dov’è adesso Alessio adesso?

La risposta rimane un mistero.

Un ringraziamento speciale al ragazzo di oggi: mettersi in gioco significa trovare il coraggio di splendere mostrando la versione migliore di sé.

Seguici e scoprirai l’ultima intervista fatta alla VINCITRICE del 2018!

Iscriversi all’edizione del 2019 e vivere il Tour di selezione è ancora possibile, basta chiamare la segreteria al 3398254709


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *