On Air

Current track

Title

Artist


Quando le coincidenze diventano storie

Written by on 1 Gennaio 2019

“Come nasce una storia?” una domanda a prima vista semplice a cui si può rispondere in vari modi e tutti molto personali.

Una storia può essere il frutto di un’elaborazione intellettuale, di un’emozione o di entrambe le cose. E ancora, può essere di derivazione autobiografica o riflessa, contaminata da entrambe le matrici oppure derivata da mondi altri, livelli emotivi invisibili. Insomma, un ampio ventaglio di spiegazioni.

A volte però può anche capitare che una storia nasca da una coincidenza: vite lontane nel tempo e nello spazio che si sfiorano grazie alla carta stampata, a una narrazione, a dei numeri.

È il caso di Storia di un amore invisibile, edito Lombardo Edizioni e scritto da Lorenzo Porretta.

Un romanzo appassionante nato dall’incontro emozionale dell’autore con la biografia di Anna Frank, un testo letto in precedenza ma dal quale, all’autore, era sfuggito un particolare: la data di nascita della ragazzina, 12 giugno, coincidente con quella dell’autore. Un contatto che ha spinto Lorenzo Porretta a rileggere il Diario di Anna Frank con una luce nuova, del tutto diversa.

«Dalla nuova lettura sono nate alcune riflessioni molto personali che decisi di scrivere e vennero fuori otto pagine adesso relative a tre riferimenti nel testo. Dopo quelle riflessioni decisi di costruire una storia per arrivare a ciò che Anna Frank stava significando per me. Venne fuori Lorenzo, il principale protagonista del libro che si chiama proprio come me, infatti è un mio omonimo. Scrivere il romanzo è stato come affrontare un viaggio particolare, qualche volta mi sono persino commosso».

 

L’attore di teatro Francesco Micari

Il romanzo Storia di un amore invisibile, presentato il 28 dicembre nel Palazzo della Cultura di Messina, è stato accolto dal pubblico riscuotendo ampio successo: un bellissimo modo per l’autore di terminare il 2018 e avviarsi verso un 2019 pieno di narratività.

L’evento è stato iniziato da Teresa Lombardo della Lombardo Edizioni che, dopo un excursus sulla storia della casa editrice, si è soffermata sull’incontro coincidenziale con l’autore.

Relatrice dell’evento, la dott.ssa Claudia Castorina, scrittrice della recensione sulla quarta di copertina. La dottoressa ha introdotto l’autore fortemente emozionato che ha raccontato la genesi del testo.

Su uno schermo alle loro spalle sono state proiettate le immagini del libro di Anna Frank mentre Rossella De Benedetto leggeva alcuna pagine del Diario, proprio quelle che hanno fatto leva sull’autore. La lettrice ha poi continuato con il testo di Lorenzo Porretta, interrompendosi a metà per la forte emozione causata dalle vivide parole dello scrittore allacciate a episodi molto personali.

L’attore di teatro Francesco Micari ha interpretato il testo poetico di Pascoli “X agosto” accompagnato dalle musiche di Mimmo Ambriano.

Il musicista si è poi esibito con dei brani siciliani facendo da cornice alla relazione di Pippo Famulari: una visione autentica sul romanzo e sull’autore.

 

Lorenzo Porretta, per anni dipendente di Trenitalia, ha sempre coltivato la passione per la fotografia e la narratività, inevitabilmente convergenti nel romanzo d’esordio. Ha sempre scritto racconti aspettando la coincidenza perfetta dal quale tirar fuori il suo romanzo dalle pieghe del tempo.


Reader's opinions

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *