On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


6 anni fa ci lasciava Robin Williams, l’attore “capace di far ridere tanto quanto di commuovere”

Scritto da il 11 Agosto 2020

L’11 agosto del 2014 ci lasciava Robin Williams, l’attore “capace di far ridere tanto quanto di commuovere” . L’artista americano, protagonista de «L’Attimo fuggente» e Premio Oscar come Miglior attore non protagonista nel 1998 per «Will Hunting – Genio Ribelle» moriva suicida a 63 anni, nella sua casa a Paradise Cay, in California. A settembre verrà rilasciato un documentario dal titolo “Robin’s wish”, un documentario che farà chiarezza sugli ultimi giorni di vita dell’attore.

6 anni fa il corpo senza vita del protagonista di Mrs. Doubtfire – Mammo per sempre, Jumanji, Patch Adams veniva trovato dai Vigili del fuoco nella sua casa in California. Fu presto chiaro che si era suicidato, impiccandosi con una cintura fissata alla maniglia di una porta e morendo per asfissia. L’autopsia confermò che l’attore non era sotto l’effetto di alcol o droghe al momento del suicidio, ma rilevò invece tracce di due tipi di antidepressivi e di un farmaco usato per curare il Parkinson.

Ad aggiungere un nuovo tassello alle circostanze della morte sarà la moglie Susan Schneider , che nel documentario in uscita il prossimo settembre, racconterà della malattia che lo affliggeva: demenza a corpi di Lewry. Questa patologia neurodegenerativa ha fra i sintomi anche ansia e insicurezza. «Quasi ogni area del suo cervello era sotto attacco e ha visto se stesso disintegrarsi», dice la moglie di Williams nel documentario.

Interminabile gli elogi che ogni sua singola interpretazione merita. 6 anni fa il mondo del cinema perdereva un immortale interprete.


Opinione dei lettori

Commenta