On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


Barcellona P.G. perde un pezzo di storia. Un saluto a Giacomo Valenti

Scritto da il 8 Maggio 2019

Nella sua vita Giacomo Valenti ha collezionato molte cose: le tournée in America con Nilla Pizzi e Giorgio Consolini, le fotografie un po’ sbiadite scattate quando collaborava con artisti importanti come Rita Pavone e Teddy Reno, legami con tanti gruppi musicali, le locandine dei Festival Studenteschi che hanno fatto la storia del Longano, spettacoli sul territorio animando le platee di tutte le età e, infine, gli innumerevoli file audio con le sue kermesse.

Ma una collezione che ha tenuto per sé, legata al cuore, sono le amicizie.

Giacomo sapeva dare valore ai legami, era una persona di grande vitalità e umanità, dalla personalità indomabile ma sincera, con un forte senso della giustizia e sempre pieno di idee.

Un artista, ovunque.

Negli anni ’80 è stato uno dei primi a credere nei giovani talenti del territorio, organizzando eventi che potessero metterli in luce facendoli conoscere a un pubblico più ampio.

«Lo conosco da quando avevo 16 anni… – dichiara Giuseppe Pagano –. Giacomo era una persona sempre disponibile, sempre a fianco di chi ne avesse bisogno. Era molto legato alla nostra famiglia, soprattutto con Cosimo Arcoraci e mia sorella Mimma, come fossero fratelli fino all’ultimo. Quando Cosimo è finito in ospedale tre settimane fa per un Ictus, Giacomo era con lui. Giacomo è stato male la prima volta quella sera stessa, dopo esser tornato a casa. Era un manager, artista, cantante, presentatore, un Grande… Ha fatto la storia».

Quando Giacomo sale sul palco cambia tutto, intrattiene il pubblico come pochi e occupa la scena con la sua stravagante personalità. E noi vogliamo ricordarlo così, impresso per sempre in una fotografia trattenuta della memoria.

Con il cappello in testa e un microfono in mano.

Tra una battuta a una kermesse.

Ph di Melo Monforte – da FB

«Conosco Giacomo da circa 40 anni – dichiara lo showman Nuccio Aliberti – abbiamo fatto molto insieme. Ricordo il “Sicil Giro” degli anni ’78, ‘80… il tour di diverse tappe in Sicilia con Rita Pavone… Giacomo ha realizzato lo spettacolo “Applauditissimo” con Maria Teresa Ruta e il comico Gigi Sabani. È stato manager di importanti personaggi del programma di cabaret “Il bagaglino” su Rai 1 con artisti come Manlio Dovi, Leo Gullotta, Pippo Franco e tantissimi altri. Poi è andato via da Roma e ha iniziato a organizzare spettacoli sul territorio. Per esempio ha presentato la serata al Palazzetto di Barcellona P.G. per onorare la vittoria di Miss Italia di Francesca Chillemi».

 

Nell’ultimo periodo si è dedicato alla sua città, Barcellona P.G., proponendosi anche come direttore artistico del Teatro Mandanici a titolo gratuito.

Un gesto a cui il sindaco rispose con parole di stima e apprezzamento.

 

 

«Giacomo è stato un grande showman – lo ricorda l’editore di Radio Milazzo Salvatore Costantino – sul palco e nella vita di tutti i giorni. Innovatore e grande esperto. Persona gentile e affettuosa, era sempre un piacere incontrarlo ai vari eventi del nostro territorio e confrontarsi sul nostro mondo».

 

L’artista si è spento all’età di 63 anni al Papardo di Messina dove era stato ricoverato per infarto. Avrebbe compiuto 64 anni il prossimo 13 maggio.

Tantissimi i messaggi di stima e affetto sui social da parte di familiari, amici e conoscenti. I Funerali avranno luogo Venerdi 10 maggio alle ore 15.30 nel Duomo di S.Maria Assunta un Pozzo di Gotto a Barcellona.

 

La Redazione e lo Staff di “Radio Milazzo” si stringe al dolore di familiari e amici.

 

 

 

 

 

 


Opinione dei lettori

Commenta

La tua email non sarà pubblica. I campi richiesti sono contrassegnati con *