On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


Covid-19: nuove disposizioni e zona rossa

Scritto da il 8 Aprile 2021

Il comune di Barcellona Pozzo di Gotto è stato istituito zona rossa come da ordinanza firmata dal Presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci a partire da Giovedì 8 Aprile fino al 22.

La città del Longano è stata inserita nel provvedimento che dispone la zona rossa in seguito alla nota del sindaco del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto del 04 Aprile 2021 nel quale veniva confermata la positività di 164 residenti.

Questo aumento esponenziale dei contagi, ha indotto le autorità sanitarie (Dipartimento di Prevenzione e Ufficio straordinario per l’emergenza) ad avviare su base di parametri  previsti la procedura di valutazione per dichiarare la zona rossa in accordo con gli uffici della Regione Siciliana imponendo nuove restrinzioni negli spostamenti e per quanto riguarda le attività commerciali.

Tutti gli spostamenti potranno essere effettuati tramite autocertificazione per comprovati motivi di lavoro salute o necessità, ne consegue divieto di spostamento all’interno del proprio comune ad eccezione dei casi in cui sia specificata la motivazione dello stesso.

Consentite le attività motorie se svolte nei pressi della propria abitazione.

È sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio.

Vietato raggiungere le seconde case.

È permesso il transito per gli operatori sanitari  e il personale impegnato nelle attività per il contenimento del contagio.

Le scuole rimarranno chiuse fino al 10 Aprile salvo revoca anticipata o proroga in base all’andamento della curva epidemiologica, per riaprire lunedì 12 fino alla prima classe della scuola superiore di primo grado mentre le classi delle scuole superiori attueranno la modalità di didattica a distanza.

Chiusi centri commerciali negozi di abbigliamento e calzature, ad eccezione di quelle per bambini.

Aperte farmacie, tabaccherie e i negozi di generi alimentari e altri beni riconosciuti come di prima necessità tra cui l’elettronica e le edicole.

Asporto a domicilio per bar fino alle 18 e ristoranti.

Sospese le attività inerenti alla cura della persona estetiste, barbieri e parucchiere;

Rimangono chiuse le piscine e le attività legate allo sport, palestre e all’intrattenimento cinema e teatri.

“L’auspicio è quello che, finalmente, si riesca a capire l’importanza di rispettare le regole” – ha detto il Sindaco – “Che, in fondo, sono semplici e basilari: distanziamento sociale, uso della mascherina e igienizzazione delle mani. Con maggiore responsabilità da parte di tutti per il futuro”.

Taggato come

Opinione dei lettori

Commenta