On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


Incendi in Sicilia, Sen. D’Angelo (M5S): “Regione Sicilia impreparata per fronteggiare l’emergenza. Bisogna intervenire al più presto. Solidarietà alle comunità messinesi colpite dai roghi”

Scritto da il 6 Agosto 2021

“La Sicilia continua a bruciare in modo drammatico e siamo di fronte a vero e proprio un disastro ambientale. Il Ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, intervenuto oggi in Aula alla Camera ha esposto numeri preoccupanti per quanto riguarda gli incendi boschivi, evidenziando che nel nostro Paese oltre il 70% degli incendi in Italia è responsabilità dell’uomo. 

In particolare, il Ministro Cingolani rifacendosi ad alcuni dati di Legambiente, ha sottolineato che il 57,4% degli incendi è doloso, mentre il 13,7% è non intenzionale, cioè colposo. Sommando i dati, siamo quindi al 72%. Meno del 2% è di origine naturale, per esempio un fulmine o un pezzo di vetro che focalizza la luce solare; il 4,4% è invece considerato indeterminato e il 22% non classificabile, cioè – conclude Cingolani – casi in cui è difficile stabilire se c’è un innesco.

Esprimo la mia solidarietà alle comunità dei territori messinesi colpiti distrutti dalle fiamme: Castel Di Lucio, Caronia, Mistretta, le zone collinari di Capo D’Orlando e Sant’Agata di Militello e Lipari. 

Bisogna intervenire e farlo anche in fretta, impiegando mezzi e uomini per far fronte a questi incendi, investendo anche le risorse del PNRR per l’uso della rete di satelliti europei in combinazione con sensori a terra ed eventualmente i droni per accumulare i dati per un monitoraggio costante delle aree boschive e per la difesa dell’ambiente. 

Secondo alcune fonti del Viminale sarebbe imminente la firma di una convenzione fra la Regione Sicilia ed i Vigili del Fuoco per far fronte a questa emergenza. 

Sono purtroppo tardivi questi interventi, perché la Regione Sicilia si è fatta trovare gravemente impreparata nel fronteggiare questo disastro ambientale: si registrano infatti gravi carenze nella attivazione di un piano di prevenzione e tutela del territorio dal rischio di incendio boschivo, con un mancato potenziamento di mezzi e personale nelle azioni di controllo e contrasto dei roghi.

Si è messa in moto in Sicilia una macchina delle solidarietà per le aziende agricole colpite dai roghi. Infatti, alcune associazioni di categoria come Coldiretti e Confagricoltura stanno facendo partire decine di carichi di fieno e mangimi per le aziende colpite dai roghi nelle province di Palermo Messina ed Enna. Sono, inoltre, in arrivo supporti dalle imprese mangimistiche e recinzioni in sostituzione di quelle distrutte dagli incendi”, dichiara in una nota la senatrice messinese Grazia D’Angelo (M5S). 


Opinione dei lettori

Commenta