On Air

Traccia corrente

Titolo

Artista


Orange The World. Il Soroptimist Spadafora Gallo-Niceto coinvolge i comuni di Spadafora, Torregrotta e Villafranca Tirrena nei 16 giorni di attivismo

Scritto da il 23 Novembre 2019

Si chiama “Orange The Word” ed è l’iniziativa di sensibilizzazione lanciata dal Soroptimist d’Italia in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza sulla donna e che anche quest’anno viene messa in atto coinvolgendo privati e diverse Istituzioni. Sedici giorni di attivismo per mettere in luce le dinamiche invisibile della violenza, far riflettere ed educare al rispetto.

 

Anche il Soroptimist Spadafora Gallo-Niceto, presieduto da Agata Finocchiaro, sostiene la Campagna Nazionale coinvolgendo le Amministrazioni di Spadafora, Torregrotta e Villafranca Tirrena, il settore privato e la società civile.

Le linee direttive dell’iniziativa sono state rese note dal Presidente durante la Conferenza Stampa svolta nell’Aula Consiliare del comune di Spadafora a cui hanno fatto parte i Primi Cittadini di Torregrotta e Villafranca Tirrena, Corrado Ximone e Matteo De Marco, l’Assessore alle Pari Opportunità Maria Ialacqua, la Past Presidente Maria Luisa Pino, il Prof. Alacqua, la Prof. Prestigiacomo e i giornalisti.

«I sedici giorni di attivismo – ha dichiarato il Presidente del Soroptimist Spadafora Gallo-Niceto Agata Finocchiaro – rappresentano un’importante opportunità per promuovere la parità di genere, il rispetto dei diritti umani e la non discriminazione nella lotta continua contro la violenza affinché un domani venga estirpata dalla società. La Campagna è stata lanciata anche sui social con l’hashtag internazionale #decidoio ed è attiva dal 25 novembre al 10 dicembre, giorno in cui si celebra il Soroptimist Day in occasione della Giornata Internazionale dei Diritti Umani. Ogni Club cerca di svolgere azioni che siano d’impatto nella società anche a livello simbolico, infatti abbiamo chiesto alle imprese del territorio di illuminare la vetrina delle loro attività o di mettere uno slogan aderendo all’Iniziativa».

La Campagna è stata accolta e appoggiata pienamente delle Amministrazioni presenti che illumineranno di arancione un simbolo della città.

Una forte risposta per denunciare la violenza sulla donna che continua a consumarsi dentro le mura domestiche e che spesso non viene raccontata per pubblico pudore.

«Noi illumineremo il Municipio di arancione – dichiara l’Assessore di Spadafora Maria Ialacqua – aderendo così alla Campagna anche dal punto di vista simbolico, in sinergia con gli altri comuni per dare un forte segnale di coesione».

«Ognuno di noi si impegna per mettere in campo tutte quelle iniziative che possono sensibilizzare – interviene il Sindaco di Villafranca Tirrena Matteo De Marco – ma che purtroppo fatichiamo a debellare. Come Amministrazione abbiamo sempre sostenuto la tematica infatti appoggiamo l’Associazione antiviolenza “Una di Noi Onlus” a cui abbiamo donato una sede comunale e che con il nostro patrocinio organizza incontri coinvolgendo le scuole. Quindi continuiamo in quest’ottica di sensibilizzazione aderendo alla Campagna del Soroptimist e illumineremo di arancione un simbolo della nostra città».

«Il nostro Comune – dichiara il Primo Cittadino di Torregrotta Corrado Ximone – ha aderito alla Campagna Nazionale “posto occupato” in ricordo delle vittime di femminicidio e già da qualche anno si espone contro la violenza in generale. Punteremo sulla forza dei simboli illuminando il prospetto del Municipio, il più antico monumento eretto in memoria dei Caduti della Grande Guerra e una struttura di recente ammissione che fa parte dei beni confiscati. Come abbiamo già detto la violenza va contrastata in qualunque forma: è un campo vasto e rientrano diverse problematiche che riguardano i social, la violenza psicologica verso i disabili, quelle che si sviluppano nel campo del lavoro su molti aspetti ma non solo. Per questo abbiamo già abbozzato un programma di tre incontri che si svolgeranno da gennaio a maggio 2020».

 

Il primo appuntamento, che rientra nei sedici giorni di attivismo, sarà mercoledì 27 novembre e coinvolgerà gli studenti delle medie dell’I.C. “Giuseppe Verdi” di Spadafora per educarli al rispetto reciproco.

Verranno trattati argomenti che hanno per oggetto la legalità e la non violenza con l’ausilio di figure importanti tra le quali uno psichiatra e un giurista. Sarà presente anche la Vice Presidente del Soroptimist International Rina Florulli.

Nel pomeriggio le socie del Soroptimist Spadafora Gallo-Niceto si sposteranno nella Casa Circondariale di Gazzi (ME) dove verranno consegnati gli attestati di Tecnico Professionale di Cake Design alle detenute che hanno partecipato al corso base di Cake Design, grazie all’esperta in materia Donatella Fiorentino, nell’ambito dell’iniziativa nazionale “Si Sostiene”.

Il Presidente Agata Finocchiaro ricorda che il progetto è iniziato nel 2017 grazie alla Past Presidente Maria Luisa Pino ed è stato condotto con sensibilità e caparbietà coinvolgendo le socie.

Tre anni molto impegnativi vissuti sia a Messina che nella Casa Circondariale di Barcellona P.G., nella sez. “Tutela Mentale Femminile” dove è stato avviato il progetto “La cura del Sé”.

Anche nella Casa Circondariale di Gazzi il colore arancione attraverserà le sbarre fisiche e psichiche portando una ventata di energia: simbolo di speranza per una nuova vita fuori dalle carceri.

«Inoltre – specifica Il Presidente Agata Finocchiaro – sarà l’occasione per presentare il nuovo progetto completamente organizzato dalle detenute con il nostro supporto tecnico-operativo».

Per i dettagli: link articolo

Domenica 1 dicembre 2019 si svolgerà la Terza Edizione del Pranzo Solidale nell’Oratorio della Parrocchia Santa Maria La Scala, grazie a Don Francesco Cucinotta.

 

Gli appuntamenti continuano anche dopo i sedici giorni di attivismo nazionale.

Infatti alla presenza del Sindaco di Villafranca Tirrena, venerdì 13 dicembre 2019, si svolgerà una raccolta fondi per le attività da attuare all’interno delle carceri. La cena di beneficienza sarà l’occasione per presentare il programma 2019-2021 di cui fa parte il nuovo progetto “Si Sostiene” rivolto alle donne che rientrano nelle categorie “fragili”. Inoltre una parte del ricavato verrà devoluto all’AIDO, l’Ass. dei Donatori Organi per contribuire ad abbattere i pregiudizi su un’altra tematica tanto importante.


Opinione dei lettori

Commenta